SlowFolk

il progetto SlowFolk, è un’iniziativa di SlowFood Toscana e della Fondazione de Martino, alla quale abbiamo aderito, come condotta, sin dalla prima edizione.

per la verità il gruppo si sta constituendo… se volete partecipare o avere informazioni sulle attività, contattateci via e-mail all’indirizzo della condotta slowfoodcompitese@gmail.com

🙂

MANIFESTO di Slow Folk Toscana. Suoni di Terra Madre
Chi sottoscrive, a nome personale o di un gruppo, si impegna a

COSTRUIRE
la rete per una nuova convivialità, costruire una rete per la cultura popolare, costruire una rete degli artisti toscani.
«Il cibo è per noi, non solo il risultato del lavoro secolare di generazioni di donne e di uomini legati al loro territorio, ma una componente essenziale della diversità culturale di ogni comunità».
¹
CONDIVIDERE
con Slow Food Toscana l’impegno sul tema di Slow Folk iniziando dal cibo, con la proposta di creare una rete di produttori agricoli, di operatori della gastronomia e delle comunità del cibo che si ripromettano di organizzare in modo ripetuto occasioni di valorizzazione dei cibi, dei prodotti e delle gastronomie locali, completandole con incontri con artisti, musici, teatranti, poeti.
Vogliamo in sostanza riproporre il momento della convivialità come prima e spontanea occasione di incontrare e vivere la cultura, l’arte popolare e contemporanea, così come è stato nella storia dei popoli del mondo.

CONTRAPPORSI
alla grigia omologazione culturale proposta dai media, affinché la cultura e l’arte tornino a essere protagoniste e vissute direttamente nella esperienza delle genti.
Costruire una rete per una nuova convivialità è per noi il modo nuovo e antico per rispondere a questa esigenza.
Il cibo, la parola, il canto, la musica e in genere l’espressione artistica sono lo strumento narrativo, sono la cultura alla base di ogni cultura.

VALORIZZARE
la cultura popolare « portatrice di una propria visione della vita e dei rapporti umani con il mondo animale e vegetale in contrapposizione e in rivolta alla massificazione e alla omologazione senza freni»

Per questo ci impegniamo a costruire una rete per la cultura popolare , nelle sue forme tradizionali certo, ma anche nelle sue produzioni contemporanee che riprendono i temi, le forme, la memoria delle radici, trovando in queste nuova fecondità, nuova consapevolezza, nuovo spirito creativo. «Il nostro presente non può realizzarsi senza le impronte del passato.»

COSTRUIRE
la rete degli artisti toscani per diffondere i temi e le iniziative di Slow Folk su tutto il territorio regionale, partecipando alla realizzazione degli eventi della rete per una nuova convivialità, portando il proprio contributo, la propria proposta artistica, le proprie idee.
« Da questa cultura sono stati generati importanti filoni evolutivi della musica e dell’arte per cui non è significativo che scompaiano e muoiano usanze o termini dialettali, ma è fondamentale che non scompaia la loro memoria e soprattutto la capacità popolare di crearne altri.»

SlowFolk ha una pagina su FB: www.facebook.com/slowfood

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...